L’operazione giudiziaria contro i No Tav


Un’operazione mediatica per dividere il movimento No Tav in buoni e cattivi e metterlo in cattiva luce di fronte all’opinione pubblica. Questa la prima interpretazione del Movimento5 Stelle della manovra giudiziaria del 26 Gennaio che ha portato all’arresto di 26 attivisti in tutta Italia. Una mossa della magistratura richiesta dai Partiti di potere subalpino ed eseguita da una Procura che esegue le richieste dei mandanti del Tav. C’è un Procuratore Capo, Caselli, che deve la sua carriera al vecchio PCI e successivi derivati, e c’è un Ferrando, quello che persegue preferibilmente anarchici e antagonisti, che fa parte della corrente cattolica del PD, la stessa del parlamentare Giorgio Merlo, custode delle veline del TGR: due magistrati, tra i tanti, da cui ancora si attende l’esito di indagini (le avranno mai cominciate?) sugli incendi dei presidi di Borgone e Bruzolo del 2010, sulle lettere minatorie con pallottola ad esponenti No Tav ma anche, una tantum, al loro amico Chiamparino; una Procura che nelle indagini sulla ‘ndrangheta in Piemonte (Operazione Minotauro!) si ferma alle porte della Val Susa ed all’On. Lucà (PD) che chiede l’aiuto  della malavita calabrese per Fassino, ma non esita ad arrestare un Assessore che si opponeva con una stampella (aveva un piede ingessato) alla violenta irruzione di polizia alla Maddalena di Chiomonte (1600 uomini contro cittadini inermi, gasati con i vietati CS), un cittadino di Bussoleno che rilanciava al mittente un candelotto lacrimogeno, un intellettuale che ha strattonato un poliziotto per il braccio e diversi giovani venuti da tutta Italia a dare solidarietà ai valsusini. Pericolosi black block…(ma chi saranno mai ‘sti black block?)

I mandanti dell’operazione giudiziaria: un PD torinese che in un anno perde 2300 iscritti, si ritrova con un netto di 2000 e con un maledetto bisogno di soldi (ha il bilancio in rosso); un PDL che ha come esponente Si Tav di spicco un Osvaldo Napoli che abbraccia in Parlamento Cosentino, che ha un ex assessore in galera per malversazioni sulla spesa pubblica e un Governatore dall’occhio spento che faremmo fatica a regalare a qualcun altro; una lobby industriale che tramite il proprio giornale cittadino aizza polizia e opinione pubblica contro chi difende l’interesse degli italiani in Val Susa.

Tutti vogliono il Tav per rimpolpare con i soldi pubblici le proprie casse ed i propri affari (qualcuno ci spieghi come farebbe per esempio un PD torinese a sopravvivere ed a mantenere una propria presenza elettorale solo con il tesseramento, senza rimborsi elettorali bocciati dai cittadini nel referendum contro il finanziamento pubblico dei partiti e senza i contributi delle coop rosse e dei tanti appaltatori delle partecipate e consociate. Che abbia ragione Beppe Grillo quando dice che ‘sono già spacciati’?)

Il risultato dell’operazione giudiziaria sembra comunque poco confortante: ha fatto arrabbiare i valsusini dando una scossa alla mobilitazione ed ha aiutato a rinsaldare il fronte dei Sindaci malgrado l’ostruzionismo del quisling Ferrentino (è ancora di SEL ma si dice che stia per passare definitivamente al PD). E’ già stata infatti convocata per il 25 Febbraio una manifestazione nazionale contro la militarizzazione della Valle, le grandi opere e le spese inutili, per il trasporto locale e la difesa del territorio mentre è stato chiesto un incontro a Monti che finora non ha mai risposto a sollecitazioni precedenti, come pure Ponzio Pelato Napolitano.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...