Salute in pericolo a Pianezza: chi ne risponde?


Leggo sgomento l’articolo de La Stampa che riporta le parole del CIDIU che garantisce “nessun rischio per la salute” dagli olezzi dell’impianto di compostaggio di Druento e le rimostranze del Comitato Ambiente Cassagna, recentemente audito in Commissione Ambiente in Regione.

Ricordiamo che la definizione di salute per l’OMS è una “condizione continuativa di benessere psico-fisico” in assenza quindi di fattori contingenti o prolungati che la interrompano. Posto che è ancora da appurare se non siano rilasciate dalla discarica o dall’impianto di compostaggio sostanze cancerogene (per cui vige il principio universale di precauzione), resta il fatto che gli odori e le irritazioni delle mucose provocano un disagio e un disturbo psicofisico che intacca il diritto Costituzionale alla salute.

Visto il fallimento dell’impianto di compostaggio di Borgaro, la dannosità di questo di Druento, chiederemo alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di indagare se vi sia del dolo nella localizzazione di un ennesimo impianto di siffatte dimensioni in un centro abitato da centinaia di migliaia di abitanti, esattamente come sarà per l’inceneritore di Torino.

Pianezza, la lista del MoVimento 5 Stelle, cosiccome a Torino e in qualunque altro comune dove si presenterà, si batterà per fare la raccolta porta a porta col sacco conforme (sul principio “meno inquino meno pago”) e il compostaggio domestico o condominiale (manuale o meccanizzato) in modo da evitare la beffa delle puzze oltre al danno dell’ennesimo sperpero di soldi pubblici.

Gli amministratori della Provincia e il Comune di Druento, in particolare il Presidente ed il Sindaco come massima autorità sanitaria, dovrebbero essere chiamati a rispondere delle decisioni prese con così tanta leggerezza sulla pelle dei cittadini.

 

Davide Bono – Consigliere Regionale MoVimento 5 Stelle

Mario Perino – Candidato Sindaco MoVimento 5 Stelle Pianezza

 

Questa voce è stata pubblicata in movimento 5 stelle, movimento 5 stelle pianezza, pianezza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Salute in pericolo a Pianezza: chi ne risponde?

  1. Alberto RIPA ha detto:

    In più oltre a quanto sentito nell’incontro dello scorso Mercoledì 13/04/2011 mi chiedo se sia stata fatta una VIA (valutazione di impatto ambientale) del progetto.
    Siccome il progetto esecutivo (secondo quanto dichiarato dal sindaco di Pianezza) è stato rivisto per correggere al ribasso la cifra a base di gara mi chiedo se sia stata rifatta la famosa VIA. Del disagio e della conseguente ricaduta sulla salute pubblica e sulla svalutazione immobiliare di Pianezza e della Zona Cassagna chi deve farsene carico? Il Sindaco, la Provincia o la Regione.
    Credo che come al solito nessuno sarà pronto ad ammettere di aver fatto degli errori.
    Dal canto mio mi informerò sul compostaggio domestico e farò campagna di divulgazione del progetto VEDELAGO.
    Accetto consigli, critiche e suggerimenti.
    Alberto Ripa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...